• Tempo di Lettura:2Minuti

Prove ufficiali abbastanza movimentate col giallo Hamilton sullo sfondo per tutta la Q3. Il pilota della Mercedes ha avuto una reprimenda a causa di un impeding nei confronti di Mazepin. Mentre 25 mila euro di mula alla Mercedes per non aver comunicato al pilota l’arrivo del pilota della Haas. In più durante le prove libere 3, l’inglese non ha rispettato le doppie bandiere gialle nel settore 6, precisamente in curva 8. Thriller in Q1; Bottas si è piantato ai box e Verstappen ha rischiato di colpirlo. Eliminati nel Q1: Latifi, Vettel, Stroll, Mick Schumacher, Mazepin. Perez ha chiuso al comando la Q1 ed ha fermato il tempo in 1:28.021 davanti a Bottas e Ricciardo. Verstappen ha chiuso in quinta posizione col tempo di 1’28’’285, mentre Hamilton ha chiuso in nona posizione a 1’28’’466. Le Ferrari invece hanno ottimizzato i tempi con Sainz che ha chiuso al quarto posto a 2 decimi da Perez. Leclerc invece ha chiuso a 1 solo decimo dal suo compagno di squadra.

Foto Twitter ufficiale Formula1

In Q2 invece Sainz ha quasi toccato le barriere, ma i meccanici non sono riusciti a sistemare l’ala. Nel suo ultimo giro, altro errore dello spagnolo che ha abortito il giro. Eliminati in Q2: Sainz, Russel, Alonso, Raikkonen, Ricciardo.
Hamilton ha abbassato il tempo della Q1 ed è sceso a 1’27’’712. In seconda posizione Perez che ha chiuso a 2 decimi e davanti a Verstappen di soli 7 millesimi. Bottas invece ha chiuso a 1 decimo dal pilota della Red Bull. Solo ottavo Leclarc che ha chiuso in 1’28’’459. Bene Giovinazzi con l’Alfa Romeo che si è qualificato per la Q3.

La Q3 è stata un vera e propria lotta tra Hamilton e Verstappen. Sia il pilota della Mercedes che della Red Bull si sono fronteggiati sul millesimo ad ogni giro. Ma all’ultimo settore, l’olandese ha colpito il muretto ed è costretto a fermarsi. Il tempo fino all’impatto era di due decimi circa al di sotto della prestazione di Hamilton. Grazie a questo errore, l’inglese sarà in pole position e avrà Bottas al suo fianco. Terzo tempo per Verstappen davanti a Leclerc.

Foto Twitter ufficiale Formula1