• Tempo di Lettura:2Minuti

L’ex Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è stato condannato dal tribunale di New York per il processo sui pagamenti all’ex pornostar Stormy Daniels. I fatti risalgono al 2016, quando il Tycoon aveva falsificato dichiarazioni finanziarie e violato la legge elettorale al fine di coprire i 130 mila dollari dati in nero all’attrice hard per comprarne il silenzio, in seguito al rapporto sessuale. Trump è stato ritenuto dalla giuria colpevole di tutti i 34 capi di accusa, un verdetto storico che lo rende il primo ex inquilino della Casa Bianca ad essere condannato per un crimine.

A questo primato si aggiunge anche quello di primo candidato presidenziale a correre come pregiudicato. Una vera mazzata per l’imprenditore americano che, nei mesi scorsi, aveva sbaragliato nel corso delle primarie e dei caucus la concorrenza degli avversari interni Nikki Haley e di Ron DeSantis. Tuttavia la condanna definitiva sarà stabilita in un’udienza successiva e sono tre le pene in cui potrebbe incorrere l’ex Presidente Usa: la detenzione di quattro anni di carcere, la messa in prova o una multa.

La reazione di Trump in merito al verdetto

Donald Trump, come riportato da Tgcom24, ha così commentato la sua condanna per il caso Stormy Daniels: “È stato un processo farsa, è una vergogna. Sono un uomo innocente. Il vero verdetto sarà il 5 novembre. Sono stato appena condannato in un processo politico truccato da caccia alle streghe: non ho fatto niente di sbagliato. Hanno fatto irruzione in casa mia, mi hanno arrestato, mi hanno fatto la foto segnaletica, e ora mi hanno pure condannato. È una disgrazia, è stato un processo truccato condotto da un giudice corrotto”.  Intanto sito web ufficiale della campagna di Trump per l’elezioni presidenziali ha avviato una raccolta fondi in cui si dichiara il leader del fronte Repubblicano “prigioniero politico”.

Il commento di Biden sulla condanna di Trump

L’attuale Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha così commentato il verdetto emesso dal tribunale di New York nei confronti di Trump: “C’è un solo modo per tenere Trump fuori dallo Studio Ovale: andare alle urne e votare”.