• Tempo di Lettura:2Minuti

Dopo il successo ai Caucus dello Iowa della scorsa settimana, con un risultato record che gli ha consentito di eguagliare quello di Bob Dole nel 1998, Donald Trump ha vinto le primarie repubblicane del New Hampshire con oltre il 50% dei voti.
Buono anche il risultato della sfidante Nikki Haley che ha raccolto il 43,4% dei suffragi dell’elettorato repubblicano.
La prossima sfida elettorale per la corsa alla Casa Bianca sarà proprio nel South Carolina, proprio a casa della Haley che ne è stata governatore dal 2011 al 2017.
Dopo la sconfitta Nikki Haley ha così commentato il risultato delle primarie nel New Hampshire, come riportato dall’Ansa.
“Il New Hampshire è il primo stato della nazione (a tenere le primarie, ndr), non l’ultimo. Questa corsa è lungi dall’essere finita, ci sono ancora decine di stati e il prossimo è la mia amata South Carolina
L’incoronazione di Trump sarebbe una vittoria per Biden. E il South Carolina non vuole un’incoronazione, vuole un’ elezione”. “Il segreto peggio custodito in politica è quanto i democratici vogliano correre contro Trump. Sanno che è l’unico repubblicano nel Paese che Biden può sconfiggere”.

Immediata la risposta del Tycoon che nel suo discorso dopo la vittoria ha così risposto alle dichiarazioni della sua sfidante , ma non manca il classico attacco verso l’attuale Presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che ha ottenuto una vittoria “simbolica” alle primarie democratiche: “Nikki Haley ha avuto una serataccia, ha perso e ha fatto un discorso come se avesse vinto. Se vincesse la nomination sarebbe indagata entro quindici minuti per piccole cose di cui non vuole parlare”. Quindi ha deriso il presidente: “abbiamo battuto Biden ma, d’altra parte, chi non lo batterebbe? Non riesce a mettere due parole in fila, non riesce a camminare”.