Stati Uniti, Trump: decreto per limitare il diritto d'asilo

Come governerà Donald Trump nei prossimi due anni, avendo perso la maggioranza alla Camera? Per decreto. La risposta arriva appena 48 ore dopo i risultati dell’elezione di mid-term. Reduce dall’aver licenziato il suo ministro di Giustizia, il presidente ora sta preparando una restrizione al diritto di asilo.

La nuova normativa è mirata esplicitamente alla “carovana dall’Hondura” che ebbe un ruolo nella rimonta elettorale dei repubblicani. Il provvedimento – redatto dall’Amministrazione in modo da aggirare l’approvazione del Congresso – vuole ridurre le possibilità legali per certi profughi di chiedere asilo. Chiunque provi a traversare la frontiera in luoghi diversi dai Port of Entry, cioè quelle città vicine al confine Usa-Messico che hanno lo status per esaminare le domande, verrà automaticamente squalificato. Inoltre il decreto esecutivo firmato dal presidente elencherà categorie che sono escluse a priori dall’esame della richiesta di asilo.

Nei suoi comizi in campagna elettorale Trump disse più volte, riferendosi alla carovana di migliaia di profughi partiti dall’Honduras: “Non sono persone innocenti, è gente dura”. In certi casi evocò la presenza di membri delle gang centroamericane, in altri evocò “dei mediorientali” presumibilmente alludendo a terroristi islamici. I sondaggi compiuti tra gli elettori alle urne hanno rivelato che per chi ha votato repubblicano, l’immigrazione clandestina è stata una delle maggiori preoccupazioni.

In questo articolo si riporta quanto pubblicato dal sito http://www.repubblica.it/esteri sull'argomento indicato nel titolo.

Informativa sui contenuti pubblicati: Parte dei contenuti presenti su Per Sempre News provengono da Internet, essendo considerati di pubblico dominio, perciò qualora gli Autori fossero contrari alla loro pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione – redazione@persemprenews.it – che provvederà prontamente alla rimozione.