• Tempo di Lettura:2Minuti

di Francesca Gargiulo

17 gennaio, giornata mondiale della Pizza.

I cinque sensi, la pizza li racchiude tutti,  l’udito nel sentire il raccontare della ricetta con tutti i trucchi del mestiere, il tatto nella preparazione dell’impasto, l’odorato nel profumo del basilico e del pomodoro, la vista quando guardi la bellezza e la soddisfazione di ciò che ti è riuscito. 

Cinque sensi, il cerchio, l’ infinito, la vita, il mondo, la pizza universale.Ma la pizza non è amore è sentimento.“Pizza, pasta e mandolino” è come ironicamente gli stranieri rappresentano l’Italia e forse tutti torti non hanno.

La pizza è in effetti il piatto simbolo del nostro paese, bianca la mozzarella delicata come la purezza, rosso passione il pomodoro, verde il basilico come la speranza, tutti e tre i colori della bandiera Italiana.

E’ anche il piatto più amato, insieme alla pasta,  e ha quindi diritto a un momento di celebrazione tutto suo.

Qui a casa nostra la festeggiamo il 17 Gennaio con la Giornata Mondiale della Pizza, ma anche oltremare è festeggiata il 9 febbraio con il National Pizza Day.

A prescindere dall’occasione di consumo, l’imperativo della pizza risulta sempre più quello della qualità di materie prime e impasto, in linea con la più generale tendenza a un’alimentazione equilibrata e all’uso di prodotti tracciabili. 

Sempre più tante le pizzerie, che hanno sposato questa filosofia di vita, la pizza è fatta in tanti tipi diversi di impasto, di farcitura e in tutte le salse, ma sempre pizza è. 

Buona Giornata Mondiale della Pizza!

Curiosità: Sant’Antonio Abate che si festeggia oggi è il signore del fuoco, degli animali e grande taumaturgo, protettore fornai e dei pizzaioli, che pongono la sua statuetta sopra il forno a legna, come ringraziamento e protezione.

Seguici anche su www.persemprecalcio.it