• Tempo di Lettura:2Minuti

L’Abc Napoli, al momento, fuori dai progetti PNRR. “Un’inacettabile discriminazione per il comune capoluogo che non può certamente cadere nel dimenticatoio”, afferma il consigliere regionale Diego Venanzoni. “Bisogna fare fronte comune – aggiunge – ed individuare le responsabilità di tale mancanza. Ciò che mi lascia deluso è che qualcuno possa pensare che Napoli sia accessoria nelle scelte strategiche dei prossimi anni”. Cosi su fb Venanzoni. “Qui non si tratta di fare la guerra tra i poveri ed andare a vedere quale acquedotto sia stato privilegiato. L’Abc serve la città capoluogo di regione e di molti comuni della provincia. Ha necessità di interventi che non si effettuano addirittura dai tempi della Cassa del Mezzogiorno” ha chiarito in un intervento sul Corriere del Mezzogiorno. Per il consigliere regionale “nessuno qui nega che l’impianto Gori che serve i comuni vesuviani, o gli impianti di Salerno, Battipaglia, della Costiera Amalfitana avessero bisogno di interventi urgenti”. “E’ singolare che su 140 milioni di progetti presentati non ci sia la possibilità di inserire anche una quota per l’acquedotto che serve il maggior numero di cittadini”. E conclude, “il segnale non è dei più belli. Napoli, capoluogo di regione, diventa accessoria delle scelte strategiche del territorio. Da napoletano difenderò la mia città in tutte le sedi e in tutti i modi possibili”.