• Tempo di Lettura:1Minuto

“Siamo l’unico Paese al mondo nel quale la gestione del Piano anticovid19 non è affidata direttamente al Ministero della Salute, ma ad una struttura esterna, il Commissariato, guidato prima da un manager pubblico, Arcuri, adesso da un generale dell’esercito, Figliuolo. Questo modello organizzativo è contradditorio e improduttivo perché nella gestione della battaglia contro il Covid19 ci sono due aspetti: quello organizzativo e logistico, come per la distribuzione dei vaccini, che non richiede premi Nobel per essere portata a conclusione, e quello medico-scientifico, che deve garantire la certezza sanitaria sull’uso dei vaccini. In tutti i Paesi al mondo queste due funzioni fanno capo al Ministero della Salute, tranne che in Italia. Questo modello sta rivelando in queste ore la propria contraddittorietà e inadeguatezza. La vicenda #AstraZeneca è sconcertante. Il Governo nazionale doveva fare due cose: garantire all’Italia la produzione autonoma di vaccini e un’informazione scientifica semplice, univoca e affidabile. Non ha fatto né l’una, né l’altra cosa. In modo particolare, dal punto di vista della comunicazione ai cittadini, siamo di fronte a un vero e proprio disastro”. Lo scrive in un post su fb il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca (nella foto).