• Tempo di Lettura:2Minuti

Borsa di Studio Filippo Cantoni, l’iscrizione al bando entro il 30 luglio.

Intitolata al mediano d’apertura dell’Italia U18 e del Colorno scomparso prematuramente il 25 gennaio del 2014, a soli 18 anni. Quest’anno per la prima volta estesa agli atleti dellUnder 19-anni 2002-2003-2004, tesserati con i Club affiliati. Ha un valore di 3000 euro.

Patrocinata dalla Federazione Italiana Rugby, istituita dalla famiglia Cantoni in memoria del figlio con la collaborazione dell’Associazione Sostegno Ovale Onlus. Possono usufruirne gli atleti e le atlete che si siano distinti a scuola, nello sport e per un reale altruismo nella vita, in umiltà e riservatezza.

Borsa di Studio Filippo Cantoni, il bando di partecipazione scade il 30 luglio

Il bando, i requisiti, la domanda di adesione possono essere consultati e, in presenza dei requisiti, sottoscritti sul sito ufficiale dell’associazione Sostegno Ovale.

Tutte le info su https://sostegnoovale.it/

Lo sport come strumento di integrazione sociale.

A rugby si gioca con le mani e con i piedi ma in particolare con la testa e con il cuore (Diego Dominguez):

  • Il rugby non è solo uno sport ma una metafora del gioco della vita e il sostegno tra i giocatori aiuta ad affrontare e a superare gli ostacoli che nella vita si presentano imprevedibilmente, come i rimbalzi della palla ovale.
  • Il Sorriso Che Non Si Dimentica è dedicato al ricordo di Filippo Cantoni. Tante le iniziative nate per continuare a vivere le sue indelebili tracce. Tra queste, le Borse di Studio Filippo Cantoni che vogliono premiare l’eccellenza dei giovani nello studio, nello sport e nell’impegno sociale.
  • Adotta uno Sportivo, Sostieni il Futuro per aiutare le famiglie in difficoltà economica affinché i loro bambini e ragazzi di eta’ compresa tra i 4 ed i 17 anni possano continuare a praticare lo sport del rugby e possano, nel periodo estivo, frequentare le attività’.

Borsa di Studio Filippo Cantoni

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews/, https://twitter.com/home