• Tempo di Lettura:1Minuto

“Abbiamo iniziato con un’agenda precisa e abbiamo finito con una coalizione contraddittoria. Non credibile”. Così Carlo Calenda sulla sua pagina fb sintetizzando i motivi del passo indietro nell’alleanza con il Pd. “Sostituire i 5S con ex 5S e gente che ha votato la sfiducia a Draghi ed è contro la NATO è insensato”, prosegue il leader di Azione che ha ricevuto tra gli altri il pieno appoggio da Mara Carfagna, ministro per il Sud ed ex forzista. Calenda conclude: “E doppi patti sono incomprensibili”, riferendosi, probabilmente, a quelli che Enrico Letta ha sottoscritto con Bonelli, per i Verdi, e Fratoianni, per la Sinistra Italiana.