• Tempo di Lettura:2Minuti

E’ stato un giovedì grasso costellato di appuntamenti, quello che attende il pubblico del Carnevale di Venezia. “Ad Oriente. Il mirabolante viaggio di Marco Polo”, che quest’anno celebra i 700 anni dalla morte del grande mercante e viaggiatore veneziano, si è preparato a festeggiare sul palco di Piazza San Marco rievocando, alle ore 16.00, il Taglio della Testa del Toro, a cura dell’Associazione “Compagnia L’Arte dei Mascareri”, che riprende e interpreta l’antico aneddoto nel giorno di giovedì grasso dell’anno 1162 in cui si celebrava la vittoria del doge Vitale Michiel II sul Patriarca Ulrico di Aquileia con i 12 feudatari ribelli.

Sono tornate le sfilate delle Maschere più belle a San Marco e in Piazza Ferretto e gli spettacoli diffusi nel cuore di Mestre, in laguna e nelle Municipalità con il Venice Carnival Street Show, capace di incantare un pubblico di tutte le età.Il Venice Carnival Street Show è salito anche sul palco di Piazza San Marco alle 11.30, alle 17.00 e alle 18.00. In Piazza Ferretto, dalle 15.30 alle 19.00 sono stati realizzati spettacoli di arti varie, clown e giocolieri; inoltre per tutto il pomeriggio nelle vie limitrofe ci saranno show itineranti di musicisti e trampolieri. 

L’arte della Commedia, curata dalla Compagnia Pantakin, è salita sul palco di Piazza San Marco, alle 14.00 e alle 16.00, con lo spettacolo “Quando Katai l’amore in Katai”, e alle 15.00 con “Pulcinella racconta Romeo & Giulietta”, mentre in Campo Santo Stefano alle 11.00 e alle 14.30 è ansato in scena “Il mascheraio”, alle 12.30 e alle 15.30 “La rivalsa delle streghe”.  E’ tornato anche il Water Show “Terra Incognita” all’Arsenale, un racconto immaginifico – con la direzione artistica di Massimo Checchetto, ideazione e regia di Enrica Crivellaro – che emerge dalle acque della Darsena Grande, liberamente ispirato a “Il Milione” di Marco Polo e narrato in chiave fantastica attraverso i diversi linguaggi creativi dell’arte che, come il viaggio di Marco, non conosce confini.