• Tempo di Lettura:2Minuti

Comune, 16 nuove telecamere per combattere la camorra. Agguati mortali, ferimenti, intimidazioni dinamitarde: in alcuni quartieri della città, sia nell’area occidentale che in quella orientale, la camorra è in fibrillazione. Secondo inquirenti ed investigatori sarebbero saltati gli equilibri tra organizzazioni malavitose che non fanno presagire nulla di buono. E c’è paura non solo tra i cittadini, in particolare residenti a Ponticelli e a Fuorigrotta, dove si contano vittime ma anche tra le istituzioni. Tra questa anche il Comune di Napoli che attraverso le dichiarazioni di alcuni assessori fa sentire la propria voce, lancia il proprio allarme. “Quello che stanno vivendo nelle ultime ore i cittadini del quartiere di Ponticelli ci restituisce grande preoccupazione – affermano l ’assessore alla Sicurezza Alessandra Clemente e al Bilancio e Commercio, Rosaria Galiero -. Una serie di episodi criminali tra cui l’esplosione di un ordigno in piena notte in cui fortunatamente non si contano feriti”. Il Comune ha già chiesto al prefetto che nel prossimo Comitato provinciale per l’ordine e per la sicurezza pubblica sia posta in discussione quanto sta accadendo nell’area orientale, esprimendo comunque “soddisfazione per l’azione promossa nel Comitato Interforze tenutosi presso la Prefettura che potenzia il controllo tecnologico del territorio. Così da dare impulso al completamento di due progetti di videosorveglianza, finanziati con fondi del POR Campania e progettati dalle strutture tecniche competenti del Dipartimento della pubblica sicurezza e del Comune di Napoli”, si legge in una nota. “Interventi che prevedono l’installazione di 12 nuove telecamere con lettori targa nel quartiere di Ponticelli e di 4 telecamere nel quartiere di Fuorigrotta“.
“La sicurezza dei nostri cittadini è per noi prioritaria e fondamentale condizione per l’espressione della piena libertà di vivere il territorio, di relazionare e socializzare senza nessun timore per la propria vita – dichiarano Clemente e Galiero -. In occasione della Giornata della memoria e dell’impegno per le vittime innocenti delle mafie (foto dal web), questa mattina, rappresentanti della giunta comunale si sono dati appuntamento nel quartiere di Ponticelli, nell’auditorium della Whirlpool, “affermando l’importanza della dignità del lavoro come contrasto alle organizzazioni criminali, insieme a reti sociali più forti a servizio di istruzione e cultura. Leggeremo il lungo elenco di vittime innocenti delle mafie, una lettura che ci impone il massimo impegno affinché non ci siano nuove vittime innocenti”, concludono i due assessori.