• Tempo di Lettura:1Minuto

Core de Roma

Giuseppe Zingaretti pittore romano, acquerellista, appassionato in restauri, innamorato della città, la descrive e la scopre nei particolari esaltando la bellezza dei borghi, delle piazze storiche, delle fontane. L’occhio critico dell’artista si allarga al tessuto della città, inquadra il quotidiano con ironia e lo racconta in versi all’interno della rubrica “Core de Roma”.

Li spaghetti

Li romani so’ tutti spaghettari
quasi ogni giorno, ricchi e poveretti
se magneno ‘mber piatto de spaghetti
che so’ boni nutrienti e nun so cari.

Lo spaghetto poi, se sà, mett’allegria
‘na carbonara,’ncacio e pepe co’ ‘na gricia
mezzo rosso o ‘na romanella micia
‘ntiramisù, ‘nber caffè e così sia.

In cucina c’è sempre ‘na gran pila
d’acqua che bolle pronta pe’ la pasta
che sarvo ‘gniuno se pe’ tutti poi nun basta
valli a sentì che da du’ore stanno ‘nfila.

………se prevede ‘na dieta ner tremila
dimagrante si, ma personalizzata
pe’ li spaghetti… se farà la fila.

(Giuseppe Zingaretti)

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it