• Tempo di Lettura:2Minuti

46.316 richieste, corrispondenti ad altrettanti nuclei familiari. Questi i numeri delle richieste per il Bonus Spesa del Comune di Napoli, misura di supporto economico rivolta alle famiglie in forte difficoltà a causa della pandemia da virus Covid 19. “Se statisticamente ad ogni nucleo familiare assegniamo una media di 4 componenti – commenta De Magistris sulla sua pagina Facebook –  significa che i bonus spesa soddisferanno più di 185.000 persone, il 20% della popolazione complessiva cittadina. Una fetta ampia della cittadinanza, rappresentata da coloro che vivono senza alcun reddito o, in taluni casi, un aiuto ai percettori del Reddito di Cittadinanza con nuclei familiari numerosi. Una prima lettura ci restituisce, ancora una volta, una fotografia della nostra realtà cittadina, compressa dalla ricaduta economica e sociale del Covid, che ha inginocchiato territori già piegati”. Al Governo: “Sempre più, ancora una volta, chiediamo a voce alta al Governo centrale e regionale di porre in essere quanto prima una misura universale di sostegno e un piano straordinario contro il precariato. Ora aspettiamo gli esiti definitivi dei controlli per un’analisi complessiva corretta. Ci siamo mossi in velocità – conclude il sindaco partenopeo – per dare subito alla città una boccata di ossigeno, con la volontà di permettere a tutti coloro che sono stati esclusi da altre misure di sostegno di poter continuare a fare la spesa e provvedere al sostentamento della famiglia, soprattutto con l’avvicinarsi delle feste natalizie. Quest’anno ha pesato molto su tutti noi, sull’economia, sul lavoro, sui sistemi di welfare: vogliamo che i cittadini di Napoli più fragili possano trascorrere un Natale sereno nonostante l’emergenza in atto”.