• Tempo di Lettura:2Minuti

Danni mareggiata. Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha inviato stamani al Presidente Consiglio dei Ministri  Giuseppe Conte, al Ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia ed a  Angelo Borrelli  Capo dipartimento della protezione civile una nota sugli eventi meteorologici avversi del giorno 28/12/2020 e successivi che hanno interessato il territorio del Comune di Napoli con la richiesta di attivazione delle procedure per la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale.Eccone il testo :

“Desidero informare che ho chiesto al Presidente della Regione Campania l’attivazione delle procedure, di cui all’art. 11 della L.R. 22/5/2017 n. 12, per la dichiarazione dello stato di crisi a seguito degli eventi metereologici che, con particolare intensità ed estensione, hanno interessato il territorio della nostra Città.     

Tali eventi – dei quali ampio risalto è stato dato da tutti i mezzi di comunicazione ed in particolare la mareggiata che si è abbattuta la sera del 28 dicembre sulla fascia costiera della nostra Città – hanno, non solo, causato un disastro con notevoli danni, in particolare,  al Lungomare ed al Castel dell’ Ovo, ma anche, ulteriormente, minato il già precario equilibrio socio economico del nostro territorio e della nostra comunità. Infatti, il disastro ha colpito categorie del nostro tessuto produttivo, come i ristoratori del lungomare, che sono state già duramente e drammaticamente segnate dalla crisi conseguente alla pandemia. Centinaia di lavoratori in cassa integrazione, intere famiglie letteralmente messe in ginocchio dalla mancanza di lavoro e attività. Eppure, i lavoratori sono immediatamente accorsi, al fianco dei titolari per “ dare una mano” e salvaguardare strutture, cose e suppellettili già, purtroppo, danneggiate dal mare in tempesta, dimostrando, in tal modo, attaccamento al lavoro ed altissimo senso civico.     

Per tali motivazioni, ritengo che occorra un intervento straordinario e richiedo, a tal proposito, formalmente, la attivazione delle procedure connesse alla dichiarazione dello stato di emergenza nazionale per la Città di Napoli.     

Confido in un positivo, celere riscontro per fronteggiare e fornire risposte alla nostra comunità così duramente colpita”.