• Tempo di Lettura:2Minuti

Il “Sole 24 ore” ha stilato l’annuale classifica riguardante le città più vivibili in relazione a costo della vita, capacità d’acquisto e produttività. A spiccare è l’Emilia Romagna con Bologna che per la quinta volta in 33 anni risulta essere la città dove si vive meglio. La città emiliana ha scalato cinque posizioni rispetto al 2021, mettendosi dietro Bolzano che si attesta in seconda piazza. Completa il podio Firenze a conferma che la qualità della vita in Toscana e Emilia Romagna è superiore al resto d’Italia.

Crollano le grandi città, anche a causa della crisi energetica, del caro bollette e dell’aumento del costo del gasolio. Milano è la più vivibile delle grandi metropoli ma è solo in ottava posizione, mentre Roma crolla di 18 posizioni.

La Capitale soffre l’assenza di un servizio di trasporti decente e il traffico atavico che impatta sulle tasche dei suoi cittadini, costretti spesso a prendere macchina o motorino per spostarsi, e si attesta in trentunesima posizione. Anche Torino paga il costo della vita e scende dal dodicesimo al quarantesimo posto.

Napoli, polo di riferimento del Meridione è soltanto la novantottesima città per qualità della vita, seguita da moltissime città del Sud. Il trend segna ancora una distanza dunque tra le città del Nord Italia e il resto del nostro Paese.