• Tempo di Lettura:2Minuti

Le elezioni regionali in Sardegna non si sono ancora concluse, visto che a una settimana dalla chiusura dei seggi ci sono ancora 19 sezioni da scrutinare. Il processo di spoglio sta per essere completato negli uffici giudiziari dei rispettivi territori, che sono: 4 a Sassari, 3 a Sestu, 1 a Bonarcado, 3 a Luras, 2 a Musei, 2 a Serdiana, 2 a Silius, 1 a San Gavino Monreale e 1 a Villasor.

Questa situazione pone diverse difficoltà, soprattutto per l’attuale candidata di punta, Alessandra Todde, che rimane “molto serena e tranquilla, ma ovviamente siamo in attesa di comunicazioni da parte della Corte d’Appello di Cagliari”.

Esiste la possibilità di un riconteggio, anche se sarebbe parziale: “La legge non prevede un riconteggio totale. È possibile fare ricorso al Tribunale Amministrativo, nelle singole circoscrizioni, con motivazioni specifiche”, ha spiegato Alessandra Todde al programma di Rai3 “In Mezz’ora”.

In un’intervista a Monica Maggioni, la (quasi certa) futura governatrice della Sardegna ha espresso la sua serenità riguardo ai voti che sta ricevendo il suo avversario politico, il candidato del centrodestra Paolo Truzzu, nonostante la significativa riduzione del distacco tra i due: “Tra i 1450 e i 1600 voti di vantaggio che al momento ci mettono a nostro agio. Questo è il conteggio finale per noi, ben lontano dai 200 o 400 voti di differenza di cui ho sentito parlare nei giorni scorsi”, ha chiarito Todde.

Ovviamente entrambi gli schieramenti attendono con ansia la conclusione dei lavori della Corte d’Appello di Cagliari, con la deputata e coordinatrice provinciale di Fratelli d’Italia, Barbara Polo, che crede ancora in un’inversione di tendenza: “Se ieri il vantaggio di Todde su Truzzu si è assottigliato, arrivando a circa 800 preferenze, e si partiva da uno scarto di 2600 voti al momento dello spoglio del 26 febbraio, dobbiamo ancora porci qualche domanda – ha detto Polo – Mi fa pensare che ci possano essere i margini per un eventuale riconteggio”. “Dobbiamo comunque attendere l’esito della Corte d’Appello e non è il momento di prendere decisioni. E in ogni caso, ogni decisione spetta al partito”, ha concluso Barbara Polo.

Segui Per Sempre News anche sui social!