• Tempo di Lettura:2Minuti

Dalla polizia italiana arriva la conferma che, durante l’Eurovision Song Contest 2022, alcuni hackers filorussi avrebbero tentato di falsare la votazione.

Il gruppo noto come Killnet avrebbe preso iniziato ad operare in occasione dell’esibizione degli artisti rappresentanti l’Ucraina nella semifinale e nella finalissima.

Tuttavia le autorità italiane hanno assicurato che la divisione cibernetica ha prontamente bloccato gli attacchi. “Vari attacchi di natura DDOS hanno preso di mira la rete durante le votazioni per gli artisti ucraini in gara”.

L’Ucraina ha vinto grazie ad un enorme supporto da parte del pubblico di tutta Europa. Di contro, l’organizzatore ha bandita la Russia dalla competizione a seguito dell’invasione in Ucraina.

Nonostante il tentato boicottaggio, la Kalush Orchestra ha trionfato con il singolo ‘Stefania’, raccogliendo il maggior numero di voti da parte del pubblico.

Grazie alla band l’Ucraina ha superato il conteggio dei punti complessivi, compresi i risultati delle giurie nazionali. Nel frattempo però gli organizzatori della kermesse avevano rilevato irregolarità nelle votazioni nelle giurie di sei paesi. Si è verificata una anomalia nella votazione della semifinale e della finale.

Nel comunicato della Polizia si legge: “Nell’analisi del voto della giuria da parte del partner votante paneuropeo dellUnione europea di radiodiffusione (EBU) dopo la seconda semifinale dell’Eurovision Song Contest 2022, sono stati identificati alcuni modelli di voto irregolari nei risultati di sei paesi”.

Un portavoce dell’EBU ha rifiutato di rivelare ulteriori dettagli.

Mentre il mistero si infittisce, arriva una spiegazione dal Belgio. L’emittente VRT riporta infatti da una fonte certa vicina al problema che le giurie delle televisioni coinvolte avrebbero subito tale provvedimento a causa di un accordo illecito per attribuirsi punti vicendevolmente.