• Tempo di Lettura:1Minuto

Francesco Zambon, ex ricercatore dell’ OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), la scorsa settimana, presso la struttura balneare i Delfini di Castel Volturno, ha presentato il suo libro: Il Pesce Piccolo, gli errori e le coperture che hanno fatto ammalare il Paese durante l’ emergenza Covid-19.

” Non potevo restare in silenzio”, le prime parole di Francesco Zambon. Il suo allontanamento dall’ organizzazione, ha creato un caso nazionale, su cui sta indagando la Procura di Bergamo. Lo scrittore dichiara che il piano pandemico non è stato più aggiornato dal 2006, praticamente dall’ individuazione dei due virus influenzali: SARS e influenza suina. Il piano pandemico quindi risulterebbe vecchio e inadeguato alla gestione dell’ emergenza sanitaria. Secondo Zambon, un aggiornamento avrebbe potuto evitare molti decessi.

Francesco Zambon aveva preparato assieme alla sua equipe di medici nel 2020 un rapporto sui dati pandemici e gli interventi da effettuare sul virus. Il rapporto avrebbe potuto salvare vite ed essere da esempio per gli altri Paesi. Alla vigila dell’ uscita l’ OMS lo ha bloccato dichiarando che il testo conteneva errori. Il ricercatore resta quindi isolato e dopo poco si dimette.

Una storia di rilevanza mondiale ma ancora senza epilogo.

Seguiteci su http://www.persemprenapoli.it