• Tempo di Lettura:6Minuti

Allo stadio Benito Stirpe di Frosinone l’Inter ha travolto la squadra di Di Francesco con un esagerato 0-5 nell’anticipo della trentaseiesima giornata di Serie A. Si è interrotta dopo sei risultati utili la striscia positiva del Frosinone che adesso è chiamato a vincere le prossime sfide contro Monza e Udinese per continuare a sperare nella salvezza.

La cronaca della partita

Prima del fischio di inizio le due squadre hanno osservato un minuto di silenzio per le vittime della tragedia di Casteldaccia. Il match si è aperto a ritmi alti, con l’Inter che ha provato subito a mettere sotto pressione il Frosinone guadagnando un corner dopo pochi minuti, occasione non sfruttata dai nerazzurri. I padroni di casa però si sono rivelati tutt’altro che passivi in avvio di gara e hanno cominciato ad avvicinarsi pericolosamente dalle parti di Sommer. La prima vera occasione della prima frazione di gioco è giallazzurra: al 4′ Mazzitelli riceve palla da Zortea sulla destra e calcia in porta ma l’estremo difensore elvetico con un intervento felino è riuscito a salvarsi in calcio d’angolo.

Scongiurato il pericolo la squadra di Inzaghi si è distesa con il solito fraseggio cercando di trovare dei varchi tra le magli ciociare. Gli sforzi dei calciatori dell’Inter sono stati premiati all’8′, quando Arnautovic, con un bel colpo di tacco, ha servito Asllani. Il centrocampista albanese ha tentato la fortuna calciando dalla distanza ma il suo tiro è terminato sopra la traversa. Sul capovolgimento di fronte è salito in cattedra Soulè, che ha provato a imitare Asllani tirando anche lui dalla distanza e impegnando Sommer che si è salvato in backer parando in due tempi. La gara al Benito Stirpe prosegue a livelli alti, con gli uomini di Di Francesco che hanno proposto delle belle trame offensive costringendo la difesa nerazzurra a stare vigila. Un esempio concreto è il pericolo seminato dall’incursione di Reinier fermato dal provvidenziale intervento di Carlos Augusto.

Tuttavia i neocampioni d’Italia verso il quarto d’ora ha iniziato a guadagnare campo trovando il gol del vantaggio al 18′ sfruttando al meglio un errore difensore della retroguardia laziale: Dimarco ha rubato palla a Zortea e innescato subito Thuram. Il figlio d’arte ha messo in mezzo per Frattesi che col ginocchio ha beffato Cerofolini portando la sua squadra in vantaggio. I festeggiamenti dei nerazzurri sono stati interrotti in quanto il direttore di gara era stato chiamato al Var per un possibile tocco di mano dell’ex centrocampista del Sassuolo, ma alla fine la rete è stato convalidato.

Fonte foto account Twitter Inter

Passata in vantaggio l’Inter continua ad attaccare in cerca del raddoppio, esponendosi alle ripartenze del Frosinone. Al 24′ Barella ha commesso un errore in fase di impostazione e Zortea ha tentato di approfittarne innescando Reinier. L’ex Borussia Dortmund ha sbagliato a sua volta il passaggio per Soulè facendo così sfumare l’azione che avrebbe potuto portare al pareggio. Poco dopo altra occasione per la compagine ciociara con Brescianini che ha provato a beffare Sommer con un tiro a giro, ma il portiere dell’Inter ha disinnescato la minaccia alzando la sfera sopra la traversa. La reazione dei neocampioni d’Italia è arrivata al 26′: Barella ha servito Arnautovic il quale ha messo subito al centro per l’accorrente Frattesi che ha sfiorato la doppietta personale, ma sta volta il pallone è terminato sul fondo sull’out di sinistra. Verso la mezz’ora gli uomini di Inzaghi, forti del vantaggio, hanno provato ad abbassare i ritmi facendo possesso palla, ma il Frosinone si è rivelata pericolosa in pressing mettendo in soggezione la retroguardia avversaria. Durante la costruzione dal basso, infatti, un retropassaggio di Bisseck per poco non ha messo Cheddira in condizione di segnare.

Al 38′ arriva la prima sostituzione del match: Eusebio Di Francesco ha tolto Mazzitelli e al suo posto ha mandato in campo Gelli. Nel finale della prima frazione di gioco Cheddira, scattato sul filo del fuorigioco, ha provato provato a trafiggere Sommer con una potente conclusione di destro che si infranta sulla traversa. Il primo tempo si è concluso con L’Inter in vantaggio per 0-1, buona anche la partita del Frosinone che ha mostrato buone trame ma non è riuscito a concretizzare complici anche le parate di Sommer.

Secondo tempo

Tornati in campo dall’intervallo il tecnico nerazzurro Simone Inzaghi ha mandato in campo Cuadrado al posto di Darmian. Il Frosinone, impegnato nella lotta salvezza, è sceso in campo determinato a ottenere punti importanti per l’obiettivo stagionale. Al 49′ i ciociari creano la prima occasione della ripresa con l’asse Soulè-Reinier, con quest’ultimo che è andato alla conclusione costringendo Sommer a salvarsi in corner. Prosegue la pressione dei giallazzurri e al 52′ Valeri ha approfittato di un errore di Cuadrado e si è involato verso la porta trovando lo spazio per la conclusione col mancino, ma la sfera si è spenta sul fondo. Due minuti dopo l’Inter si è distesa in contropiede con Frattesi, il quale ha innescato Thuram sulla destra ma la difesa del Frosinone è riuscita a fermare l’avanzata nerazzurra. L’Inter ancora una volta ha dimostrato per l’ennesima volta di non avere particolare cattiveria nei contropiedi. Al 57‘ occasione per i padroni di casa con Zortea, che in seguito a un contropiede, ha provato la conclusione prontamente parata da Sommer. Al 60′ l’Inter ha raddoppiato con Arnautovic: Barella ha lanciato in profondità Frattesi sulla destra che arrivato sul fondo ha messo la palla in mezzo per l’attaccante austriaco che ha depositato agevolmente in rete.

Fonte foto account Twitter Inter

Sullo 0-2 Simone Inzaghi ha effettuato una doppia sostituzione al 64′: dentro Lautaro Martinez e Klaassen al posto di Frattesi e Arnautovic. Il capitano nerazzurro si è reso subito pericoloso dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo, ma il suo tiro è stato deviato in angolo da Okoli. Al 71′ Di Francesco ha provato il tutto per tutto inserendo Kaio Jorge e Harroui al posto di Lirola e Reinier. Inzaghi risponde con Buchanan al posto di Dimarco. Al 77′ l’esterno canadese ha realizzato il terzo gol della serata sfondando sull’out di sinistra e trafiggendo Cerofolini con un tiro a giro.

Fonte foto account Twitter Inter

Tre minuti dopo l’Inter ha calato il poker alla squadra di Di Francesco con Lautaro Martinez: il numero 10 nerazzurro ha approfittato dell’errore di Zortea e ha insaccato il pallone in rete.

Fonte foto account Twitter Inter

El Toro de Baia Blanca ha realizzato il centesimo gol stagionale dell’Inter, il suo ventiquattresimo centro stagionale in questo campionato. Ma la sete di gol dei nerazzurri non era ancora stata soddisfatta. Al’85′ infatti Thuram ha chiuso i giochi segnando il quinto gol. Un risultato eccessivo per il Frosinone che ha comunque disputato una buona partita. Le prossime due gare, rispettivamente contro Monza e Udinese, saranno decisive per la permanenza in massima serie dei giallazzurri.