• Tempo di Lettura:2Minuti

Il ministro del turismo Massimo Garavaglia intervistato nella trasmissione Oggi è un altro giorno su Rai1: “L’orientamento del Governo è chiarissimo: riaprire con sicurezza, quando ci saranno le condizioni ma dare già delle date e delle certezze perché il sistema economico ha bisogno di certezze e di organizzazione. E anche i cittadini hanno bisogno di capire che orizzonte hanno davanti”.

“Riapriamo in sicurezza per non chiudere più. Ci sono settori e settori e categorie e categorie. I parrucchieri appena si può, riaprono subito. Ci sono attività che hanno bisogno di tempi e quindi va detto. Le fiere hanno bisogno di mesi di preparazione, altrimenti salta tutto e si passa all’anno dopo. Tipologia per tipologia bisogna dare il giusto orizzonte e la giusta agenda. Bisogna mettersi a un tavolo e rivedere tutto, ma vedo il ministro Speranza molto meno “arcigno” rispetto a prima su questo. E’ questione di mettere le regole e i protocolli giusti, tanto si sa che si va verso la direzione del Green Pass europeo. Ad esempio noi prima di entrare in Cdm facciamo il tampone… In una mostra che ha gli orari di ingresso scaglionati che problema ci sarebbe?” conclude Garavaglia.

Intanto, oggi, al tavolo della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome l’aggiornamento delle linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative. Mentre è attesa per domani una nuova riunione della cabina di regia del governo, presieduta dal premier Mario Draghi, sulla situazione epidemiologica in Italia. In tale occasione il governo farà un primo punto sulle riaperture. (Agimeg.it)