• Tempo di Lettura:2Minuti

I giganti della montagna è un’opera di Luigi Pirandello scritta per evocare la perdita della bellezza a causa della sua morte. Da ciò deriva la consapevolezza dei responsabili che tentano inutilmente di recuperarla senza riuscirvi.

E’ questa una tremenda profezia che giunge fino ai giorni nostri con l’uccisione di quei valori morali e tradizionali di un tempo, sui quali si fondava una società sicuramente molto più povera e regredita ma sicuramente più autentica e umana. Facendo un parallelismo, quanti non rinuncerebbero ai cellulari o ai computer di ultima generazione per vivere una vita meno tecnologica e frenetica ma più sana e imperniata su profonde ed umane relazioni sociali.

Il “tutto ad ogni costo e a qualsiasi prezzo” rappresenta il motto imperativo degli ambiziosi e degli audaci. L’audacia è sicuramente una virtù importante che dovrebbe spingere un uomo a prendere delle decisioni importanti nella vita, purché tale audacia sia finalizzata a perseguire giusti e onorevoli fini, viceversa essa rappresenta un’arma micidiale nelle mani di chi persevera nel male e non nel bene. Con l’audacia si può intraprendere tutto ma non fare tutto, disse un giorno Napoleone Bonaparte, ebbene noi sosteniamo questa sua affermazione che pone dei vantaggi ma anche dei ragionevoli dubbi per chi sapientemente e cin con coscienza sa riconoscerli.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews