• Tempo di Lettura:2Minuti

Il 6 aprile è la Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace. E’ nata nel 2013 grazie all’intuizione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che invitava gli Stati e tutti gli operatori sportivi a cooperare, osservare e sensibilizzare questa importante giornata. Lo sport deve essere uno strumento per garantire a tutti i diritti umani e uno sviluppo sostenibile. Con la celebrazione di questa giornata mondiale le Nazioni Unite hanno riconosciuto il ruolo dello sport nell’affrontare tutte le situazioni di crisi presenti e future. Lo sport ha il potere di cambiare il mondo, di unire e di rendere felici. Tutti gli sport hanno esercitato un ruolo di leadership, assumendosi la responsabilità del proprio impatto sulle emissioni nocive, impegnandosi in molte attività neutre con l’incentivo di dare miliardi di spettatori, stakeholders e partecipanti a tutti i livelli. 

Foto twitter account Fiorentina

Lo Sport può migliorare la nostra salute fisica ed emotiva, alimentare la fiducia in noi stessi, generare speranza, sfidare gli stereotipi, attraversare i confini stabilendo ponti tra culture diverse. All’interno delle scuole, nelle varie strutture i bambini vanno trattati come protagonisti per poter insegnare loro tutti valori sportivi come lealtà, amicizia e partecipazione. La pratica sportiva si basa sull’uguaglianza di genere, sull’accessibilità allo sport per tutti e sull’inclusione sociale.

Foto twitter account The Race

Dagli sport di squadra come calcio, basket e tutti gli altri; quelli individuali come atletica, nuoto; i motoristici, quelli di combattimento, ognuno esprime atleti che hanno avuto una base importante come quella scolastica. Coloro che si cimentano negli sport incarnano i valori sopracitati, oltre che alla voglia di vincere. Le Nazioni Unite hanno quindi l’obbligo di bypassare tutte le barriere religiose e politiche per dare un segnale di pace e di unione.