• Tempo di Lettura:2Minuti

L’Editoriale

La politica, ha il mal di pancia. 32 ore di consultazioni, Quirinale affollato, delegazioni in visita per illustrare posizioni emendamenti. Trenta minuti a disposizione, salvo breve slittamento se necessario.

In uscita rapida sosta davanti ai giornalisti pronti ad arricchire il piatto delle notizie. Renzi Domus della situazione grazie ai consensi ottenuti con la visibilità’ mediatica dei giorni della crisi. Pd schematico, stringato, per bocca di Zingaretti riconferma la fiducia a Conte. Centro destra unito, riconosce a Salvini il trofeo della dichiarazione finale.

Elezioni, la strada migliore per la salvezza del Paese, in caso.contrario come prevedibile, disponibilità’ verso le indicazioni del Presidente a collaborare per il bene del Paese. Crimi, responsabile del Movimento, modesto oratore, afflitto da mal di pancia per essere stato costretto a digerire il si’ a Renzi.

Di Battista prende subito le distanze; mai con l’accoltellatore Renzi. I partiti minori tra il si e il ni, la paura di andare a casa per sempre in caso di elezioni, farà la differenza sulla scelta definitiva. Mattarella enumera le difficolta del momento: emergenza sanitaria, sociale, economica, decidere presto: mandato.esplorativo al Presidente Fico, martedì’ termine ultimo per riferire se la maggioranza c’e’.

Chissà’ cosa chiederà’ Renzi, quanto costerà il rimpastino in termini di poltrone? I giorni della merla coincidono con il freddo della politica.

Al lavoro, se il giorno non basta c’e’ sempre la notte, il buio, nasconde la vergogna.

Seguici anche su www.persemprecalcio.it