• Tempo di Lettura:1Minuto

La sesta frazione del Giro d’Italia partirà da Torre Del Lago Puccini per raggiungere Rapolano Terme dopo 180 chilometri. Tappa impegnativa caratterizzata particolarmente da tre settori sterrati per un totale di quasi 12 km. I primi due sono in comune con la Strade Bianche, il terzo è inedito. Prima aprte pianeggiante nell’entroterra pisano fino Volterra. Entrati nel Senese si affronta il settore sterrato di Vidritta che, rispetto alla Strade Bianche è lungo 2 km in più e si connette, a meno di poche centinaia di metri di asfalto al tratto di Bagnaia. Quest’ultimo presenta pendenze fino al 15% e, a Grotti, il secondo GPM di giornata. Prima di Asciano si percorre il terzo settore di Pievina che si svolge prevalentemente in cresta con continui brevi saliscendi. Finale molto impegnativo con il muro di Serre di Rapolano. Ultimi km articolati con curve e saliscendi. Da segnalare a circa 5 km dall’arrivo lo strappo di Serre di Rapolano che presenta nel finale pendenze fino al 20%. Retta finale di 450 m su asfalto larghezza 6 m pendenza attorno al 6%.