• Tempo di Lettura:2Minuti

Daniel Arturo Cardenas, sacerdote colombiano di 50 anni, è stato denunciato dalla polizia stradale alla procura di Sulmona per essere risultato positivo alla cocaina dopo un incidente stradale.
Il parroco di Rivisondoli (Aq) domenica sera stava rientrando a casa dopo una cena con un collega si è schiantato con la sua auto contro un guardrail nei pressi di Santa Brigida (Sulmona).
Nell’incidente il presbitero ha riportato una ferita alla testa medicata con tre punti di sutura all’ospedale di Sulmona.
Tuttavia l’esito gli esami del sangue hanno rilevato un alto tasso di cocaina che hanno indotto gli agenti di polizia a denunciare don Cardenas e ritiragli la patente.
Il sacerdote era già noto alle forze dell’ordine in quanto nel 2022 era stato vittima di un incidente e, in quell’occasione, aveva lasciato il luogo dove era avvenuto il sinistro dichiarando che non poteva attendere i rilievi poichè doveva celebrare la messa.
Come riportato dall’Ansa, don Cardenas ha dichiarato in seguito all’incidente di domenica e all’uso di cocaina “Spesso mi sono sentito solo e poco compreso. La mia immagine non può essere infangata per un semplice incidente. Sulla vicenda scenda il silenzio”.
L’increscioso episodio ha suscitato l’imbarazzo all’interno della Curia e soprattutto da parte del vescovo di Sulmona-Valva che ha convocato per i prossimi giorni riceverà il prete colombiano. Intanto monsignor Fusco, attraverso una nota stampa e ha espresso vicinanza alla comunità parrocchiale e anche allo stesso Cardenas.

“Il vescovo e i sacerdoti della diocesi di Sulmona-Valva, dispiaciuti per l’incidente accaduto a don Daniel Arturo Cardenas, gli sono vicini, lo accompagnano con la preghiera in questo momento particolare, esprimono vicinanza alla comunità parrocchiale e seguono con attenzione la situazione”.