• Tempo di Lettura:2Minuti

La squadra di calcio del Napoli, dopo ben trentatré anni, si appresta a vincere il suo terzo scudetto. Durante questi lunghissimi anni, i suoi tifosi hanno gioito, patito e sperato, campionato dopo campionato, di poterlo vincere.

Alcuni di questi tifosi ora non sono più su questa terra ed è per questo che non potranno materialmente gioire e partecipare a quella che si prevede, un’esplosione di felicità più unica che rara e che solo i tifosi napoletani sanno far registrare in questi casi. Ed è proprio a loro che questo scudetto va principalmente dedicato. Da diverso tempo vige la leggenda che, tra il serio ed il faceto, già in occasione della conquista del primo scudetto, alcuni tifosi collocarono uno striscione all’ingresso di un cimitero con la scritta:” Non sapete cosa vi siete persi”.

Scudetto

Ad ognuno dei tifosi che si chiami Salvatore o Giuseppe o ancora Pietro, Nicola o Diego (quest’ultimo per ricordare il numero uno del calcio Maradona), questo scudetto andrebbe consegnato a loro direttamente in Paradiso, affinché l’azzurro del cielo possa risplendere ad unisono con lo stesso colore di questa vittoria ed illuminare per un giorno, la vita di chi vive nell’oscurità di un dolore per non poter fisicamente riabbracciare chi non è più tra noi. Forza Napoli vivi la tua meritata festa, cercando però di contenere quel fervore che è in te facendolo comunque rimanere sempre nei limiti della gioia e felicità collettiva.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews