• Tempo di Lettura:2Minuti

L’ultima tappa dell’Adriatica Ionica Race è partita da Castelraimondo ed è terminata ad Ascoli Piceno, dopo 152.3 chilometri, è stata vinta da Christian Scaroni della Nazionale Italiana. L’azzurro dopo la vittoria nella prima tappa, è riuscito a conquistare anche l’ultima frazione della corsa italiana. Secondo posto per Pau Miquel dell’Equipo Kern Pharma e terzo della Veljko Stojnic del Team Corratec. Filippo Zana della Bardiani CSF Faizané ha conquistato la classifica generale.

Ad animare la corsa ci ha pensato un drappello di corridori che sono scattati nei primi chilometri della frazione: Alessandro Fancellu, Alex Martin, Diego Pablo Sevilla dell’Eolo Kometa, Manuele Boaro dell’Astana Qazaqstan, Veljko Stojnic del Team Corratec, Edoardo Zardini della Drone Hopper-Androni Giocattoli, Raul Garcia, Diego Lopez, Pau Miquel dell’Equipo Kern Pharma, Mikel Iturria dell’Euskaltel Euskadi, Christian Scaroni della Nazionale Italiana, Negasi Abreha del Team Qhubeka, Paul Wright della Mg K Vis.

Il GPM di Sarnano è stato conquistato da Alessandro Fancellu della Eolo Kometa che ha battuto Edoardo Zardini della Drone Hopper-Androni Giocattoli e in terza posizione è giunto Negasi Abreha del Team Qhubeka. Da registrare il ritiro di Stefano Gandin del Team Corratec prima della partenza della tappa.

Ordine di Arrivo dell’Adriatica Ionica Race

1 Scaroni Cristian Italy 03h34’06”
2  Miquel Delgado Pau Equipo Kern Pharma +0″   
3 Stojnic Veljko Team Corratec  +0″   
4 Boaro Manuele Astana Qazaqstan Team  +0″   
5 Wright Paul MG.K vis Colors for Peace VPM   +0″   
6 Sevilla Diego EOLO-Kometa Cycling Team   +0″   
7 Fancellu Alessandro EOLO-Kometa Cycling Team +0″     
8 Zardini Edoardo Drone Hopper-Androni Giocattoli  +0″     
9 García Raúl Equipo Kern Pharma  +0″   
10 Lopez Diego Equipo Kern Pharma  +0″