• Tempo di Lettura:2Minuti

Manca poco all’evento che mira a rendere Napoli una città all’altezza della sfida della mobilità sostenibile. Parliamo di Bluexperience, la prima fiera interamente dedicata alla mobilità sostenibile e intelligente nella città partenopea che per tre giorni, dal 10 al 12 giugno alla Mostra d’Oltremare (10.30 – 20.30), presenterà tutte le novità di un settore in crescita e sempre più richiesto.

L’apertura è prevista per il 10 giugno alle ore 10.00 col taglio del nastro e il convegno “Mobilità sostenibile e rivoluzione tecnologica nel settore dei trasporti”. La tavola rotonda, che si dividerà in una sessione mattutina e una pomeridiana, vedrà avvicendarsi come relatori esperti, ricercatori e esponenti delle istituzioni. Prevista la partecipazione dei Ministri Enrico Giovannini (Infrastrutture e Trasporti) Luigi Di Maio (Affari Esteri)Bluexperience è anche una vasta esposizione al pubblico di auto elettriche e ibride, scooter e moto; i veicoli della mobilità leggera e ultimo miglio, come bici elettriche, monopattini, hoverboard, segway, i servizi di sharing mobility, noleggio, sistemi di ricarica e tanto altro ancora. “La prima edizione della Fiera della mobilità sostenibile a Napoli – racconta il Direttore del Salone, Milena Mazza – rappresenta l’inizio di una reale volontà di promuovere attivamente il cambiamento nel settore della mobilità anche sul nostro territorio”. 

Tra convegni, workshop e stand espositivi, si potranno conoscere i vantaggi della mobilità elettrica (dai bonus agli incentivi fiscali) e sarà possibile ottenere risposte ai dubbi più comuni sulle nuove soluzioni di mobilità: quanta autonomia hanno? Quanto tempo serve per ricaricare? Quanto è affidabile? Dove si trovano le colonnine pubbliche di ricarica? Quanto si risparmia?

“L’obiettivo di Bluexperience è quello di rendere possibile un salto di qualità per spingere sull’ innovazione e sulla sostenibilità negli spostamenti quotidiani. Con uno sguardo alle classifiche che vedono Napoli penalizzata in termini di mobilità sostenibile e uno all’Europa, che ha fissato ambiziosi obiettivi per la riduzione delle proprie emissioni di gas serra: anche l’Italia, infatti, è chiamata alla sfida della legge europea sul clima, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 del 55% entro il 2030”. 

Bluexperience è patrocinata tra gli altri dal MIMS (Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile), dal Ministero della Transizione Ecologica, da ANIE – Confindustria, Comune di Napoli, Città metropolitana di Napoli, Regione Campania e dalle Università degli studi di Napoli Federico II.