• Tempo di Lettura:3Minuti

Riaprono i musei nelle regioni gialle nei soli giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo le modalità e gli orari riportati nei siti web dei singoli istituti.
Dopo tre mesi, la chiusura più lunga dalla fine della guerra, si è registrato immediatamente un boom di prenotazioni nelle principali città italiane.

L’elenco dei musei visitabili è pubblicato in tempo reale sul sito del MiBACT.

MUSEI APERTI A ROMA

Hanno annunciato la riapertura il Palazzo delle Esposizioni, Macro e Mattatoio, i Musei Capitolini, i Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, il Museo di Roma e Palazzo Braschi, il Museo dell’Ara Pacis, il Museo di Roma in Trastevere, la Galleria d’Arte Moderna, Palazzo Barberini, il Museo Etrusco di Villa Giulia, i Musei di Villa Torlonia, il Museo Civico di Zoologia, il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, il Museo Napoleonico, il Museo Pietro Canonica e Villa Borghese, la Galleria Borghese, il Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese, il Museo della Repubblica Romana, il Museo Casal De Pazzi, il Museo delle Mura, la Villa di Massenzio, il Maxxi, i Fori Imperiali e l’area archeologica del Circo Massimo. Riapre al pubblico anche il Colosseo. La Domus Aurea rimane, al momento, chiusa.

MOSTRE A ROMA

Da segnalare, al Museo dell’Ara Pacis, l’inaugurazione della mostra ‘Josef Koudelka. Radici. Evidenza della storia, enigma della bellezza‘, unica tappa italiana. All’interno cento immagini panoramiche del maestro ceco che documentano “il suo straordinario viaggio alla ricerca delle radici della nostra storia. 

Ai Mercati di Traiano è visitabile la mostra ‘Napoleone e il mito di Roma‘, dedicata agli scavi promossi da Bonaparte, di cui quest’anno ricorre il bicentenario della morte. 

I Musei Capitolini, presso lo spazio espositivo di Villa Caffarelli, ospitano ‘I marmi Torlonia. Collezionare capolavori‘, una mostra sulla storia del collezionismo dei marmi antichi, romani e greci. Sempre ai Musei Capitolini si può visitare l’esposizione ‘Il Tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione Roberto Longhi’, con il celebre dipinto ‘Ragazzo morso da un ramarro’, prorogata fino al 2 maggio, e la mostra ‘Lockdown Italia‘, che consiste in oltre 70 scatti dei fotografi dell’Associazione della Stampa Estera in Italia e delle più importanti agenzie di stampa che raccontano le fasi fondamentali della pandemia.

Al Museo di Roma in Trastevere sono visitabili due mostre: ‘Sulle tracce del crimine. Viaggio nel giallo e nero Rai‘, che racconta l’evoluzione del genere giallo dai primi sceneggiati alle serie tv, e ‘Roma. Massimo Siragusa‘, una esposizione di cento immagini del fotografo siciliano sulle periferie della Capitale.

Al Museo di Roma a Palazzo Braschi aperta, fino al 28 febbraio, la mostra ‘Per gioco. La collezione di giocattoli della Sovrintendenza Capitolina‘. Dal 4 febbraio riapre al Palazzo delle Esposizioni la Quadriennale d’Arte 2020 – “FUORI“.

Al Chiostro del Bramante, infine, si può ancora ammirare la mostra “Banksy. A visual protest”, oltre 100 opere sull’artista sconosciuto più conosciuto al mondo.