• Tempo di Lettura:1Minuto

Sono stati arrestate 7 persone a Napoli per scambio elettorale politico-mafioso. A darne l’annuncio è stata la Compagnia di Torre del Greco dando l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare ai suddetti indagati. Essi sono ritenuti indiziate di scambio di favori elettorali politico di stampo mafioso, associazione a delinquere finalizzata alla corruzione. Inoltre i Carabinieri hanno anche inserito nel lungo elenco delle infrazioni anche: detenzione e porto di armi, vari delitti aggravati a stampo mafioso e agevolazioni di vario tipo a stampo camorristico con i clan Fusco-Ponticelli e De Micco-De Martino. Ad emettere ciò è stato il gip del tribunale di Napoli, su richiesta della DDA. Le indagini sono coordinate dai PM Henry John Woodcock e Stefano Capuano.

I soggetti arrestati sarebbero delle zone di Ponticelli e San Giovanni a Teduccio di Napoli e in località Caravita di Cercola. Secondo quanto ricostruito questi soggetti, durante la tornata elettorale del 14 e del 15 maggio 2023 e del ballottaggio del 25 e 26 maggio 2023 a Cercola, piccolo comune di Napoli, avrebbero venduto i voti elettorali per 30 euro e 20 euro per il turno successivo.