• Tempo di Lettura:3Minuti

Oggi Mercoledì 29 Giugno 2022 è da considerarsi un appuntamento con il corso della Storia: nella NATO Adesione Finlandia Svezia. Un buon inizio si prospetta quindi con l’adesione di Finlandia e Svezia all’ Alleanza Atlantica nel vertice NATO di Madrid in Spagna.

NATO Adesione Finlandia Svezia

NATO Adesione Finlandia Svezia. Un passo importante nell’allargamento della NATO. Sicuramente un dato storico incontrovertibile per il futuro anche se non può essere certamente definito un punto importante per il futuro della Pace e dell’Umanità. La Turchia ha tolto il veto sull’adesione di Finlandia e Svezia alla Alleanza Atlantica portando così il numero dei Paesi NATO nel Mar Baltico a 7 e ricevendo dalle due nazioni la promessa di non dare più accoglienza ai profughi curdi riconoscendo la giurisdizione turca nei territori occupati. Il popolo Curdo abbandonato per un futuro nebuloso di “giustizia”. Ankara comunque in questo modo e per questo patto ha così inevitabilmente risvegliato le ire diplomatiche della Russia. I due paesi scandinavi saranno ora quindi invitati a diventare partners dell’Alleanza Atlantica. Il segretario della NATO Jens STOLTENBERG lo ha definito ottimisticamente un buon inizio aggiungendo inoltre che c’è del lavoro da fare nei prossimi giorni partendo dall’approvazione del piano che aumenterà il numero delle truppe di allerta rapida in Europa. Inoltre ha parlato di un Madrid Strategic Concept che la NATO intende adottare per il futuro, in un mondo diventato più pericoloso e imprevedibile, caratterizzato da supporto terrestre e aereo immediato.
Il summit NATO di Madrid si è chiuso con la cena reale ospitata dai Reali di Spagna pervasa da un generale ottimismo.

Intervista alla First Lady Ucraina

Intervista della CNN alla First Lady Ucraina Olena ZELENSKA che specifica “Tutti gli ucraini sono un bersaglio per i russi”. La moglie del Presidente Volodymyr ZELENS’KYJ incalza: “L’obiettivo numero uno per il nemico siamo tutti noi”.
Intanto alle Nazioni Unite il Presidente Ucraino Volodymyr ZELENS’KYJ accusa di terrorismo di stato la Russia per l’attacco con un missile avvenuto lo scorso 27 giugno a Kremenchuk, in Ucraina con morti e feriti fra i civili, mostrando il missile che colpiva il bersaglio. Per la Russia rappresentava un deposito di armi.

Sequenza di Foto del missile russo in atto di colpire il centro commerciale ucraino a Kremenchuk

Intanto l’Austria ha dichiarato di essere pronta a riaprire una centrale a carbone per poter far fronte al rischio dell’interruzione di forniture di gas dalla Russia. Gli ecologisti si oppongono fermamente spingendo ad accelerare sulla transizione verde. Economia mondiale sempre più in affanno.


Il Papa lo stesso giorno nell’ Angelus odierno ha parlato dell’Ucraina e della necessità di una rapida pace. Gli ultimi avvenimenti sull’interruzione volontaria della gravidanza, il dispregio della partecipazione alle elezioni ed il ritorno all’utilizzo di combustibili fossili, unitamente ad un neo-neoliberalismo privo di scrupoli sembrano aver fatto tornare indietro tutto il mondo di un secolo.


Seguici anche su www.persemprecalcio.it
Immagini tratte da CNN – EURONEWS-SKY TG24 – TV 2000