• Tempo di Lettura:2Minuti

Pranza insieme alla famiglia al ristorante del lido. Decide però di non pagare. Alle proteste del titolare non esita a minacciarlo di morte. Identificato dalla polizia, l’uomo è stato arrestato. L’episodio è accaduto in provincia di Napoli. Agenti del Commissariato Giugliano-Villaricca, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa, intervenivano presso uno stabilimento balneare, in via Marina di Varcaturo a Giugliano in Campania. In seguito alla segnalazione di una lite.

Avvicinati dal titolare della struttura, i poliziotti sono stati messi al corrente di quanto era appena accaduto. Un cliente aveva consumato un pasto, con la famiglia, al ristorante del lido, facendo poi tornare sulla spiaggia senza pagare il conto. Il gestore aveva chiesto spiegazioni del rifiuto. Ma, l’uomo, dopo aver inveito contro di lui, lo aveva minacciato di morte con un coltello. Affermando di appartenere a gruppi criminali della zona. Gli agenti hanno individuato, quindi, l’aggressore che è stato, non senza difficoltà, bloccato. Alla perquisizione è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico, con la lama della lunghezza di 10 cm.

Per M. A., 44enne napoletano con precedenti di polizia, è scattato l’arresto per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, minacce, resistenza a Pubblico Ufficiale e porto di armi od oggetti atti ad offendere. (foto di repertorio).