• Tempo di Lettura:2Minuti

Nuovo balzo del Covid: nove regioni classificate a rischio alto: Abruzzo, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Marche, Puglia, Umbria e Veneto più la Toscana. I decessi tornano a salire sopra quota 100. Secondo il report esteso settimanale dell’Iss sul Covid nella fascia 30-39 anni si registra il più alto tasso di incidenza a 14 giorni, pari a 1.843 per 100mila, mentre nella fascia di età 0-9 anni si registra il valore più basso, 1.012 casi per 100mila abitanti. L’età mediana alla diagnosi dei soggetti segnalati nelle ultime settimane è stabile e pari a 48 anni.

Nelle ultime due settimane censite sono stati segnalati in Italia “884.539 nuovi casi, di cui 352 deceduti (valore che non include le persone decedute nel periodo con una diagnosi antecedente al 13 giugno 2022)”. E’ il dato che emerge dal report esteso dell’Istituto superiore di sanità sull’andamento di Covid-19.  Nei 14 giorni precedenti, secondo il rapporto di settimana scorsa, i casi segnalati erano stati 583.029. Quindi i nuovi contagi sono aumentati di circa 300mila. “In aumento rispetto alla settimana precedente la percentuale di casi segnalati con stato clinico iniziale asintomatico (73%)”, rileva l’Iss. Stabile, rispetto alla precedente settimana, la percentuale di casi tra gli operatori sanitari rispetto al resto della popolazione (2,4%).

Il tasso di mortalità della popolazione di età superiore ai 12 anni, su 100mila persone nel periodo 13/05/2022-12/06/2022, per i non vaccinati (11 decessi per 100.000 ab.) è  6 volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da meno di 120 giorni (2 decessi per 100.000 ab.) e circa 7 più alto rispetto ai vaccinati con dose aggiuntiva/booster (2 decessi per 100.000 ab.). Rispetto alla popolazione complessiva il rischio di decesso dei non vaccinati rispetto ai vaccinati è più alto di oltre 7 volte (7,1) e raggiunge le 8 volte e mezzo (8,5) sulla popolazione over 80. Lo si legge nel Report esteso Iss settimanale. 

Dovrebbe arrivare entro 24/48 ore il via libera da parte dell’Ema alle indicazioni per l’estensione del vaccino Covid agli over 60. La decisione in questo senso, anticipata due giorni fa da Marco Cavaleri, responsabile della strategia per i vaccini dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema), verrà poi recepita a strettissimo giro in Italia, come riferisce la Repubblica. Aifa e Ministero della Salute, si apprende, sono già al lavoro e dopo il passaggio da parte dell’Agenzia del farmaco ci sarà una circolare che verrà inviata alle Regioni.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it