• Tempo di Lettura:2Minuti

Oggi si festeggia San Falco Scotti. Il vescovo è nato a Piacenza nel 1165, è morto a Pavia il 26 dicembre del 1229. La chiesa lo ricorda il 26 ottobre.

Gli Scotti da Piacenza si diffusero in tutta Italia, erano una famiglia di scozzesi. Scozzesi si dicevano allora quelli provenienti dall’Irlanda. Dalla verde isola cristiana erano scesi in Europa, San Folco è sepolto a Pavia come Alessandro Sauli, è sepolto nel Duomo rinascimentale ideato dal Bramante, architetto della Chiesa delle Grazie, dall’Amadeo, e della Certosa di Pavia. La figura di Folco non è molto conosciuta.

A vent’anni entrò presso i canonici regolari di Sant’Eufemia, poi fu mandato a completare gli studi di teologia a Parigi, capitale intellettuale dell’Europa cristiana. Tornato a Piacenza, a 30 anni divenne priore di Sant’Eufemia, poi canonico, arciprete della cattedrale, infine fu eletto vescovo di Piacenza e poco dopo di Pavia. Piacenza e Pavia erano divise dal fiume ma anche da una terribile ostilità, sono note le rivalità atroce e cruenta tra le due città.

Oggi si festeggia San Folco Scotti, la chiesa ricorda il vescovo il 26 settembre

San Folco fu il pacificatore di Piacenza e Pavia, pace interna, fra cittadini divisi da fazioni politiche. Non si conosce altro ma si considera la sua opera come quella di un padre affettuoso che giustifica la fama che si è guadagnò nelle due città ricche di sapienza e santità.

Martirologio Romano:

A Pavia, san Folco Scotti, vescovo, uomo di pace, colmo di zelo e di carità.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews, https://twitter.com/home