• Tempo di Lettura:2Minuti

Oggi si venera Sant’Isidoro. L’agricoltore è nato nell’undicesimo secolo a Madrid, è moto nel dodicesimo secolo a Madrid. La commemorazione è ricordata dalla Chiesa il 7aprile.

I particolari della vita di Isidoro sono pochi, giungono dal nMedio Evo. Dio volle manifestare la sua gloria conservando il corpo intatto fino ad oggi, lo ha innalzato alla gloria degli altari, accanto a quattro dei più insigni Santi, S. Ignazio di Loyola, S. Francesco Saverio, S. Teresa di Gesù e S. Filippo Neri. Fu contadino presso un possidente di Madrid, ogni mattina si recava a Messa poi ai campi. Gli invidiosi lo accusarono di non occuparsi correttamente della terra del padrone. Ma il raccolto fu superiore al vicinato gli fu quindi aumentato il salario che destinò ai poveri.

Oggi si venera Sant’Isidoro

Dio premiò le privazioni e i sacrifici di Isidoro con i miracoli. Al mulino vide stormi d’uccelli affamati mosso a compassione donò ad essi parte del grano del suo sacco. Al mulino la farina non diminuì. Sposato con Maria, ebbe un figlio che educò al timore di Dio, si spense nel 1090. Beatificato il
2 maggio del 1619 a Roma da Papa Paolo V, Canonizzato il 12 marzo del 1622 a Roma da Papa Gregorio XV.

In pratica:

Facciamo sempre e prima di tutto le nostre pratiche di pietà.

Patrono di:
Giarre, Centallo, Villanova d’Asti, Farnese

Protettore dì:
Agricoltori, campi, contadini, raccolti

Preghiera:

Dio, amante delle anime nostre, concedici, te ne preghiamo, che ad esempio e intercessione del tuo santo Isidoro, possiamo correre per la via della perfezione e santificarci.

Martirologio Romano:

 A Madrid sant’Isidòro agricoltore, il quale, illustre per miracoli, dal Papa Gregòrio decimoquinto fu iscritto nel catalogo dei Santi, insieme coi santi Ignazio, Francèsco Savèrio, Terèsa e Filippo Neri.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews, https://twitter.com/home