• Tempo di Lettura:2Minuti

Oggi veneriamo Santa Liduina. La vergine è nata il 18 marzo del 1380 a Schiedam, è morta il 14 aprile del 1833 a Schiedam. La commemorazione è ricordata dalla Chiesa il 14 aprile.

All’età di quindici anni Liduina fece una brutta caduta mentre pattinava sul ghiaccio, restò paralizzata a letto, l’origine di tutti i mali che la tormentarono fino alla morte. Una lettera del 12 settembre 1421, che gli scabini del suo borgo natale scrissero dopo averla osservata a lungo, attesta che la giovane fisicamente fosse un relitto Lo scotto da ” pagare ” per la santificazione. Fu la prima persona stando alle notizie in possesso cui furono riscontrati i sintomi della sclerosi multipla, per latri si trattava di anoressia.

Subito dopo la morte nacque spontaneamente un culto popolare si costruì una cappella, le si fecero dei ritratti, si scrissero molte vite. Il culto fu approvato nel 1650. Una biografia pubblicata a Parigi nel 1901, un capolavoro firmato da JorisKarl Huysmans, ha contribuito a rendere popolare la sua figura. Canonizzata nel 1890 a Roma da Papa Leone XIII.

Protettrice dì:
Malati cronici, pattinatori su ghiaccio

Martirologio Romano:

A Schiedam in Geldria, nell’odierna Olanda, santa Liduina, vergine, che per la conversione dei peccatori e la liberazione delle anime sopportò con pazienza per tutta la vita le infermità del corpo, confidando solo in Dio.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews, https://twitter.com/home