• Tempo di Lettura:1Minuto

Parrucchiere lavora a domicilio, in zona rossa. “Tradito” dai social viene scoperto e multato. Durante i controlli anti Covid-19, su segnalazione e annunci pubblicitari sui social di servizi offerti da un parrucchiere da uomo con servizio a domicilio, in violazione della zona rossa, agenti della Polizia Locale di Napoli, appartenenti all’Unità Operativa Chiaia, hanno contattato in incognito l’uomo. Quindi, hanno concordato un appuntamento per un taglio di capelli. All’arrivo del parrucchiere, dotato della specifica attrezzatura, si è proceduto alla sua identificazione. E al controllo tramite Centrale Operativa della sua negatività al virus. Il parrucchiere è stato verbalizzato per avere violato la zona rossa. (foto dal web)