• Tempo di Lettura:1Minuto

Il picco è in discesa. Lenta ma ormai il tasso di positività è al di sotto del 20%. Dopo alcune settimane di preoccupazione e di crescita allarmante che ha fatto parlare d una nuova ondata, da parte di Omicron 5. La diminuzione dei ricoveri e dei contagi fa ben sperare che la curva scenda ancora attestandosi su livelli che possano fare respirare gli italiani. Un’ondata, quest’ultima, che ha colpito di sorpresa. Appena dopo la fase di eliminazione di qualsiasi obbligo da osservare da parte dei cittadini. Forse, un errore? Non è possibile affermarlo o sostenere questa tesi. C’è da pensare comunque che la maggior parte delle persone contagiate, con sintomi alquanto evidenti, avevano concluso il primo ciclo di vaccinazioni (due dosi più quella di richiamo, il booster). A dimostrazione che, al di là, della variante o delle varianti la copertura del vaccino non era sufficiente a proteggere gli italiani. Scende il picco e continuando questa situazione potrebbero cambiare ancora le misure da adottare contro il Covid 19. Probabilmente, si interverrà sulla modalità di messa in quarantena, per gli asintomatici. Circostanza già all’attenzione del Governo e dell’Iss (Istituto superiore sanità). Nelle prossime ore se ne saprà qualcosa in più.