• Tempo di Lettura:3Minuti

Negli ultimi giorni, dal 6 al 9 giugno, i cittadini europei si sono recati alle urne per eleggere i rappresentati al Parlamento europeo. L’elezioni Europee 2024 hanno registrato l’avanzata delle destre in gran parte del vecchio continente. In Austria, Francia e Germania si sono affermati i partiti di estrema estrema. dal Front National di Marine Le Pen, che ha portato al Presidente Emmanuel Macron a sciogliere l’Assemblée Nationale, al successo del partito dell’ultradestra AFD che surclassato lo schieramento socialdemocratico del premier tedesco Olaf Scholz. La svolta a destra dell’Europa è stata dovuta a una serie di premesse che hanno influito nelle decisioni degli elettori. Dall’eccesso delle politiche green, si pensi alla farina di grilli come cibo del futuro, alle auto elettriche e, non ultima per importanza, la preoccupazione dovuta alla Guerra in Ucraina hanno sicuramente portato a scegliere strade alternative a quanto proposto finora.

Il successo del centrodestra in Italia

In Italia, invece, il partito conservatore guidato dal Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, ha raccolto il 28,81% dei suffragi. Sul fronte del centrodestra bene anche Forza Italia, guidata dal vicepremier Antonio Tajani. Al primo grande appuntamento elettorale dalla dipartita di Silvio Berlusconi, scomparso un anno fa, il partito azzurro ha raccolto il 9,67%. Il flop della coalizione di governo, invece, è stato la Lega di Matteo Salvini, che ha probabilmente pagato l’eccessiva svolta a destra. Tuttavia l’elettorato leghista, composto da gente di età media e dagli industriali, ha premiato la candidatura del generale Vannacci, il quale è stato eletto eurodeputato.

La premier Meloni, come riportato da Il Messaggero, ha così commentato il successo del suo partito alle elezioni Europee: “Ci siamo visti qui quasi due anni fa ed era una bella notte. Ma questa per me è più bella di due anni fa. Due anni fa era una scommessa basata sulla speranza. Tanta gente sperava che ‘noi potessimo esser’. Dopo due anni di governo quelle stesse persone ci hanno detto ‘noi speriamo che voi siate’. Questo per me ha un valore enorme. In questi quasi due anni noi abbiamo fatto scelte difficili. Abbiamo fatto quello che era giusto fare per l’Italia e per gli italiani, non per noi. Voglio dire grazie a quella maggioranza di italiani che ha continuato a scegliere il centrodestra”.

Il risultato delle forze del centrosinistra e delle altre forze d’opposizione

Per quanto riguarda le opposizioni si registra il successo del Partito Democratico, il quale ha ottenuto il 24.04% dei voti. Un risultato che premia la gestione della segretaria Dem Elly Schlein la quale, nell’ultimo anno, ha fatto svoltare il Pd più a sinistra dando un volto più identitario che ha raccolto le simpatie degli elettori più giovani. Crolla invece il Movimento 5 Stelle dell’ex premier Giuseppe Conte, che si ferma al 9,98%. Si registrano invece il successo di Alleanza Verdi e Sinistra guidato da Bonelli e Fratoianni che, forte del 6,68% ottenuto alle urne, con gran parte dei voti ottenuti nel mezzogiorno e nel Nord-Est, ha mandato a Strasburgo Ilaria Salis e l’ex sindaco di Riace (RC) Mimmo Lucano.

Restano fuori i partiti del cosiddetto Terzo Polo, Italia Viva e Azione, guidati da Matteo Renzi e Carlo Calenda che non hanno raggiunto la soglia del 4% necessaria per garantire l’accesso all’Eurocamera. I due schieramenti centristi con lo sguardo rivolto a sinistra hanno scelto di correre separati in questa tornata elettorale, con l’ex sindaco di Firenze che ha dato vita alla coalizione Stati Uniti d’Europa mentre Calenda alla lista Siamo Europei.