• Tempo di Lettura:1Minuto

Roma in ginocchio per i continui roghi. Quattro in un mese non possono essere più una coincidenza, dietro potrebbe esserci una mano criminale. E su questa ipotesi stanno lavorando inquirenti e investigatori. Le fiamme che, ieri, si sono propagate da un’autodemolizione del quartiere Centocelle, ben visibili anche ad una distanza di 20 km, sono state domate. Sul luogo dell’incendio ci sono ancora una cinquantina di vigili del fuoco. Intanto, il sindaco di Roma Roberto Gualtieri ha chiesto che non ci siano “speculazione politiche” su questa vicenda. E, inoltre, nonostante “i romani sono messi a dura prova occorre unità” per superare questo momento. Per il primo cittadino non è un momento positivo. Preso di mira come è avvenuto sui social dopo essere stato soprannominato Nerone. Gli incendi e non soltanto questo, l’invasione di cinghiali, il caos urbano stanno minando l’immagine della città, della capitale. (Nella foto di Francesca Corizza, l’incendio visto da Torpignattara).