• Tempo di Lettura:2Minuti

Il leader della Lega, Matteo Salvini, ospite a “Mattino Cinque News” su Canale 5 ha parlato in vista delle elezioni europee in programma tra il 6 e il 9 giugno.

I temi che la Lega porterà a Bruxelles.
“Noi nelle liste non facciamo nessuna campagna acquisti e conto di mettere sul tavolo a Bruxelles due temi che la Lega porterà avanti nel Parlamento europeo: la casa e l’auto”.

La candidatura del generale Vannacci e l’attacco a Salis.
“Il generale Vannacci è un uomo libero, ha difeso l’Italia in tanti Paesi nel mondo. E’ stato minacciato dall’Isis, figuriamoci se si fa spaventare da qualche giornalista di sinistra con la puzza sotto il naso. Se si può candidare qualcuno che è in carcere con accuse pesanti, Salis, perchè non si può candidare un generale che ha difeso il Paese?”, aggiunge il ministro.

Sulle europee.
“Vorrei che l’Europa facesse poche cose e bene. Qualche partito dice votatemi perchè ci vuole più Europa, io dico ci vuole più Italia. Gran parte della stampa di sinistra, del mondo finanziario, dei burocrati, non amano nè me nè la Lega. Penso di essere l’unico ministro a processo perchè ho bloccato gli sbarchi e mantenuto una promessa fatta agli elettori. I cosiddetti ‘poteri forti’ non amano me, il generale Vannacci, i sindaci leghisti, ma noi andiamo avanti lo stesso”.