• Tempo di Lettura:2Minuti

“Si chiedono i dati numerici di questo fenomeno nel nostro territorio nell’attualità e nel suo sviluppo negli anni, le risorse finanziarie e le agevolazioni comunali eventualmente destinate a queste unioni, e infine se si è in grado di avere contezza circa la stabilità di queste unioni”. Questa la richiesta inoltrata dal gruppo consiliare della Lega al Comune di Collesalvetti, in provincia di Livorno e che ha suscitato aspre polemiche non solo nel mondo politico locale. Ad insorgere è stata la sinistra mentre la Sinistra Italiana, con il portavoce nazionale Nicola Fratoianni. ha anche annunciato un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno.

Lo stesso chiede infatti provvedimenti contro “l’agghiacciante interpellanza della Lega dove chiede al Comune una vera e propria schedatura delle coppie”. E continua: “Non c’è limite al degrado di questa destra. Questo è qualcosa di ben più grave delle solite idee sgangherate della Lega. Una grave violazione della privacy come minimo”, Condanna viene espressa anche dalla sinistra del comune di Collesalvetti, a cui si unisce il M5S, che insieme si dicono “esterrefatti da questa richiesta, tutto ciò ci indigna e preoccupa. Quanto chiesto assomiglia tanto a una vera e propria schedatura come quelle di triste memoria“. Infine, l’Arcigay di Livorno chiede alla Lega di “ritirare l’interpellanza e di scusarsi per aver considerato le coppie unite civilmente diverse dalle altre”. (Foto dal web)