• Tempo di Lettura:1Minuto

Ho appena ricevuto notizia dal SERESMI (Servizio Regionale per la Sorveglianza delle Malattie Infettive) che anche gli altri due casi sospetti, correlati al caso zero italiano, sono stati confermati. Pertanto, salgono a 3 i casi di vaiolo da scimmie tutti presi in carico dall’INMI Spallanzani. Ho aggiornato il Ministro della Salute Roberto Speranza sull’evoluzione della situazione.

Sono queste le parole dell’Assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato sul suo profilo ufficiale Facebook.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it