• Tempo di Lettura:2Minuti

Biden sembra essere sempre più in bilico per una riconferma alla corsa per la Casa Bianca. Dopo il duello televisivo con Trump, dove è apparso molto poco lucido ed in difficoltà, si fa strada anche tra i democratici l’idea che debba cedere il passo per qualche altro candidato. Lui non molla, dice di essere in forma e che si farebbe da parte solo se glielo chiedesse il Signore. Ma molti dicono che il Signore non vota e bisogna fare i conti con la realtà in terra.

Biden è convinto di vincere e quelli del suo partito vogliono che sia in grado di dimostrarlo. Tra i componenti del partito democratico aumentano gli scettici. Quattro deputati hanno già manifestato apertamente le loro preoccupazioni. Ma molti altri lo sono ed aumenta il numero di coloro che vorrebbero che Biden abbandonasse la partita finché si è in tempo per rimediare. L’età, la lucidità mentale, la vigoria fisica sono fattori da prendere in considerazione per valutare la sua idoneità. L’intervista alla ABC News che avrebbe dovuto calmare le inquietudini dei democratici non ha dissipato i dubbi sulla opportunità della ricandidatura.

Anche i sostenitori privati, donatori, mostrano il loro nervosismo. Tra loro, gli esperti di politica americana e di elezioni a stelle e strisce si levano critiche verso la campagna elettorale di Biden. Allo stato attuale la strategia messa in campo sembra aver aperto, se non una autostrada, una corsia dove Trump potrebbe infilarsi agevolmente. Biden si dice in grado di battere ancora una volta il suo rivale come fece nel 2020. Ma allora il suo approccio e la sua vigoria erano ben diversi da quelli mostrati al dibattito pubblico di Philadelfia. Al Presidente è chiesto di dimostrare la sua idoneità con atti concreti giornalieri e questa potrebbe essere la settimana cruciale. C’è chi gli chiede anche di parlare in pubblico senza l’aiuto del gobbo come si fa nelle interviste dal vivo o anche in situazioni non pianificate.

Novembre si avvicina velocemente e Biden deve prendere una decisione al più presto. I probabili sostituti già ci sono ma potranno entrare in campo solo se l’attuale presidente rinunciasse alla corsa di sua spontanea volontà.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews, https://twitter.com/home

Segui Per Sempre News anche sui social!