• Tempo di Lettura:1Minuto

Il generale Claudio Graziano, presidente di Fincantieri, è stato trovato morto questa mattina nella sua abitazione romana. Le cause del decesso sono ancora da accertare, ma tra le ipotesi si fa strada quella del suicidio. La notizia ha scosso il mondo dell’industria e delle istituzioni, provocando un immediato crollo del titolo Fincantieri in Borsa.

Numerosi i messaggi di cordoglio giunti da esponenti politici e istituzionali. Il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani ha espresso il suo dolore per la perdita di “un amico ed è stato uno straordinario ufficiale che ha reso onore all’Italia anche nei suoi ruoli europei”.

Il commissario europeo all’Economia Paolo Gentiloni ha ricordato il generale Graziano come “un servitore dello Stato, un piemontese europeista, un amico”, mentre la premier Giorgia Meloni ha sottolineato il suo essere “un integerrimo servitore dello Stato, che in tutta la sua vita ha reso onore alla nazione, alle Forze Armate e alle istituzioni con dedizione, competenza e professionalità”.

Anche il presidente della Camera dei deputati, Lorenzo Fontana, ha espresso il suo cordoglio per la “tragica scomparsa” del generale, ricordandone “le qualità, la preparazione e la competenza”.