• Tempo di Lettura:2Minuti

La città tedesca di Gottinga, in Germania, sarà la prima nel Paese a consentire alle donne di fare il bagno in piscina in topless.

La questione sorse dopo una disputa sull’identità di genere, alla quale sono seguite proteste per il fatto che agli uomini sia permesso nuotare a petto nudo mentre alle donne no.

Ciò ha indotto il Comitato sportivo cittadino a consentire che tutti i nuotatori possono fare il bagno “oben-ohne” (senza il top) nei fine settimana a partire dal 1° maggio all’interno delle piscine della città.

La polemica scoppiò dopo che in una piscina locale una bagnante fu obbligata a coprirsi il petto, suscitando le sue proteste poiché questa persona si identificava con il genere maschile.

Del resto la Germania ha un popolare movimento nudista noto come “FKK” (abbreviazione di Frei-Koerper-Kultur, cultura del corpo libero). La maggior parte delle saune nel Paese sono miste e richiedono ai clienti di spogliarsi per motivi igienici.

Tuttavia la decisione di Gottinga è la prima del genere per le piscine pubbliche. Alcuni cittadini hanno però commentato sottolineando che la decisione è solo parziale, perché l’uguaglianza non può valere solo nei fine settimana.

Secondo le autorità locali il topless solo nel weekend è necessario. In questo modo, si eviterebbe che le lezioni di nuoto delle scuole vengano influenzate.