Un nuovo volto per Via XX Settembre a Roma. Riqualificare l’area della Capitale dove passa l’economia italiana, tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze e Cassa Depositi e Prestiti, mettendo in atto una sinergia pubblico-privato. A proporre la soluzione è Maria Beatrice Romani, nota imprenditrice e candidata della Lega al consiglio comunale di Roma, riprendendo un progetto ideato dall’associazione “Centro commerciale naturale Porta Pia”.

Obiettivo: quello di mettere fine alle situazioni di degrado che invadono lo spazio antistante la via, attualmente occupato dalla sosta selvaggia delle due ruote. Attraverso un “patto di cittadinanza” siglato con il Campidoglio. “In dettaglio – spiega Romani – il Comune di Roma dovrebbe occuparsi di livellare il marciapiede, inserendo le strisce blu per consentire il parcheggio dei motorini al piano strada, e l’associazione, dal canto suo, si accollerebbe l’onere di arredare, pulire e manutenere nel tempo lo spazio centrale, trasformato in una sorta di area verde con panchine e fioriere”.

“Un modo – prosegue la candidata al Comune del Carroccio – per rendere più agevole e vivibile la quotidianità specialmente ai residenti in su con l’età che non dispongono di giardini pubblici nelle vicinanze”. “In quest’area – aggiunge Romani illustrando le criticità in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook – da oltre un anno ciò che è rimasto di un albero abbattuto resta ingabbiato in una rete di pseudo-sicurezza in mezzo a rifiuti di ogni tipo; l’attigua ex cabina telefonica viene adibita costantemente a ricovero di senza fissa dimora; da più di tre anni è fermo il cantiere dei lavori per il restyling dei bagni pubblici”. “Parliamo di un progetto – conclude Romani – già sottoposto al Comune di Roma dall’associazione “Centro commerciale naturale di Porta Pia”, ad oggi accantonato nonostante le condizioni di abbandono in cui versa la zona”.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it