“Riscattiamo questa città: ce la possiamo fare. La Capitale rappresenta il secondo polo culturale più attrattivo d’Europa, con il Colosseo e i Fori Imperiali. Dobbiamo valorizzare il ‘brand Roma’ a livello internazionale, puntare sulla creazione di una smart city per rendere migliore la vita ai cittadini, e su una riqualificazione urbana a 360 gradi per rilanciare turismo e cultura, la vera nostra ricchezza”. A dirlo Maria Beatrice Romani, candidata della Lega al consiglio comunale di Roma, concludendo ieri la sua campagna elettorale nell’evento organizzato in via Flavia, a fianco dell’ex sottosegretario all’Economia della Lega, Claudio Durigon, di Alfredo Becchetti, coordinatore romano Lega, e dell’europarlamentare del Carroccio Cinzia Bonfrisco.

Promette “una città a misura d’uomo all’insegna della sburocratizzazione dei servizi, e anche dal volto più umano”, l’imprenditrice capitolina in campo per la prima volta nella sfida per Palazzo senatorio. “Il voto al centrodestra di Enrico Michetti – conclude Romani nel suo appassionato intervento – è un voto per cambiare le cose. L’alternativa a quello che da anni è sotto gli occhi in questa città ora esiste, e i romani lo dimostreranno domenica e lunedì”.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it