• Tempo di Lettura:2Minuti

Alle 7 del mattino sono partiti i trattori che partecipavano alla protesta organizzata da Riscatto Agricolo nei pressi del casello dell’autostrada A1 Valdichiana, in un campo vicino a un outlet nel comune di Foiano della Chiana (Arezzo). Per sette giorni, i manifestanti avevano organizzato blocchi temporanei all’esterno dell’autostrada.

La fila di circa 250 trattori – questo il numero dei mezzi fornito dagli organizzatori – si è mossa verso la via Cassia, scelta per raggiungere Roma dove si uniranno al resto dei trattori provenienti da tutta Italia.
L’orario di arrivo è previsto per le 17:00. La nuova protesta sarà allestita nella zona Nomentana.
“Porteremo la nostra protesta nella capitale”, ha dichiarato uno dei portavoce, Salvatore Fais. “Continuiamo ad andare avanti, in attesa di risposte concrete”.

Alla partenza era presente un imponente servizio di sicurezza, con polizia, carabinieri, polizia municipale e personale Anas. L’atmosfera è rimasta calma. Gli agricoltori hanno caricato cibo e bevande sui trattori e sono partiti verso Bettolle, nel senese, per imboccare la Cassia senza alcuna tensione. Non ci sono stati disagi al traffico nella zona di Arezzo. Si verificheranno dei rallentamenti lungo il percorso della Cassia, che sarà comunque monitorato dalle forze dell’ordine. Il corteo sarà accompagnato da agenti, in particolare dalla Digos.

“Ci aspettiamo circa duemila trattori per la grande mobilitazione a Roma. Stasera, dopo una riunione in questura, annunceremo la data”, ha detto Danilo Calvani, il leader di ‘Cra Agricoltori’ che sta guidando la protesta. “Alcuni gruppi si sono già formati a Valmontone, Civitavecchia e Torrimpientra”. Per quanto riguarda gli agricoltori partiti questa mattina dalla Valdichiana, spiega: “Sono un gruppo indipendente. Quando arriveranno a Roma, se lo vorranno, saremo pronti ad accoglierli”.

A sud di Roma si sta preparando un quarto gruppo, probabilmente a Cecchina, che si aggiunge ai gruppi già attivi a nord della città, a Valmontone, Torrimpietra e Civitavecchia. La data della protesta a Roma, intanto, potrebbe arrivare prima del previsto perché l’appuntamento in questura con i Cra Agricoltori traditi, inizialmente previsto per la sera, è stato spostato alle 14.00. Lo ha annunciato Danilo Calvani, leader del Cra, all’ANSA.