• Tempo di Lettura:2Minuti

Stuprata da due uomini in un appartamento alla periferia di Roma dopo essere stata adescata su Instagram. Questa è la denuncia di una ragazza 20enne ricoverata con 40 giorni di prognosi al Policlinico di Tor Vergata.

L’adescamento e la violenza

Adescata sui social, poi narcotizzata e violentata per ore da due nordafricani di 40 anni. Secondo quanto riportato dalla giovane, la violenza si è consumata in un appartamento della periferia est dove sarebbe stata portata con l’inganno.

Scomparsa tutta la notte la giovane è stata poi rintracciata dal fidanzato il 18 aprile dopo essere stata localizzata con l’app dello smartphone davanti un bar di via di Torrenova. Il giorno stesso è stata sporta denuncia negli uffici di polizia di Torre Maura: la 20enne ha raccontato al fidanzato di aver conosciuto i due uomini su Instagram il 16 di aprile. Invitata a bere, secondo il suo racconto, i due le avrebbero offerto un passaggio alla fermata della metropolitana. Poi, con una scusa, sarebbero riusciti a farla salire in un appartamento dove, in una stanza buia, sarebbe stata ripetutamente violentata dai due, dopo essere stata narcotizzata.

Le indagini della polizia

Sporta denuncia sulla violenza sessuale sono in corso le indagini degli investigatori di polizia, coordinati dal pool antiviolenza della procura di Roma.

Al momento non sono chiari i motivi per cui la giovane abbia accettato di trascorrere un pomeriggio con i due soggetti. Sono in corso accertamenti da parte degli inquirenti anche sulle piattaforme social, per risalire ai due che potrebbero avere un profilo e sarebbero quindi identificabili.